Print this page

Futuro e trascendenza. Arriva NeXt 15

Written by  15 Nov 2010
Published in Notizie
Read 6574 times
E' disponibile il nuovo numero del magazine di cultura connettivista. Articoli, saggi, racconti e poesie per tracciare una visione del futuro che ci attende. Con il contributo sul cinema fantastico di Mario G e le illustrazioni dalla mostra Ultraerotica di Mondo Bizzarro.

 



Data la situazione italica, non sappiamo bene se nel nostro "futuro" ci sarà "libertà" (perdonate il giocaccio di parole), ma almeno su NeXt si può contare, quindi ora sappiamo che ci sarà... "trascendenza".

 

TechTranscendency è infatti il titolo di quest'iterazione numero 15, messa insieme dal prode Sandro Battisti a prezzo delle ormai usuali battaglie con grafici, stampatori eccetera. La trascendenza attraverso la tecnologia è un discorso che, all’interno del Connettivismo, torna spesso, arricchito di sfumature sempre nuove, come recita l'introduzione. In realtà è un reiterarsi dei propri passi per approfondire la tematica fino a renderla nuova, trascendente. Al momento, il movimento indaga la Corrente del Nullasenziente, per renderla intelligibile al mondo umano, avvisando la razza della Singolarità potenziale, latente, nella tecnologia. Estrapolando la vita extrabiologica contenuta nei costrutti biologici.


Questa iterazione 15 è speciale, in ogni suo risvolto. Attraverso il codice della scrittura fa filtrare il senso di vita esterna, trascendentale, la percezione strisciante di strali cognitivi presenti laddove sembra tutto inerte o addomesticato dalla programmazione umana. Siamo sempre più demiurghi, sempre più vicini al Dio o agli dèi della Creazione, e ciò porta - e porterà ancor più domani - sconquassi sociali e interiori epocali: la perfida furbizia propria della razza umana (e quindi di quella postumana) avrà bisogno di un riequilibrio che di questi tempi viene etichettato come no global. Il futuro sarà contraddistinto da un’ancora più acerrima lotta tra fazioni e la capacità di generare vita autonoma eterea giocherà la sua parte determinante nella battaglia tra il sopraffare e il rompere l’accerchiamento: è già chiaro oggi, le consorterie son già schierate.


Ben otto intensi racconti sono ospitati dal numero 15: si tratta di Flush di Xabaras, 10000 cm di Scarweld, Eiskalt Neun di Abate degli Stolti, Senza conforto e dolcezza di BHS, Effetto Neve di X, Cuor di Gelo di Soares66, Tiberias sullo sfondo di Bisanzio di zoon, Il predatore dei sogni di pykmil.
Cui s'aggiungono i versi interiorizzanti di Abate degli Stolti, pykmil e zoon, la rubrica NUVOLE DI PIXEL, a cura di Manex, dal titolo Arrivano i fumetti digitali?, dove s’indaga il neouniverso generato dai tablet Pc. Discorso che continua con la rubrica FOCUS, a cura dei Connettivisti, in E-Book, riflessi di codice memetico indotto. La sezione ZOOM, a cura di zoon, offre Dalla memoria memetica tecnologica che muore e FRAME, sempre a cura di zoon, espone Nata dalla tecnologia, delineando così l’orizzonte trascendentale di quest’iterazione attraverso tinte tipicamente oscure, mentre in BIT_MOOD, a cura di Andrea Jarok, s’indaga l’universo sonoro dei Kozai Resonance, il nome d’arte dietro cui si “nasconde” Ivo Torello.

Sempre fra le rubriche, L’ ERMETICA ERMENEUTICA a cura di Logos stavolta narra de Il ruolo del sé nella comunità di post-soggetti-agenti comunicanti prelinguisticamente. L'esito di John Ashbery.
Mentre Black M (ossia Mario G) torna con la sua cinerubrica periodica EXCELL, con un articolo intitolato L'occhio medio e la resistenza (di cui forse avete letto un'anticipazione su Nocturno) in cui - partendo dall'ultimo valido episodio della saga di Terminator - si analizza il pregiudizio critico ancora assai diffuso nella kultura nostrana verso la categoria del Fantastico.

TEMPI MODERNI, a cura di X, esplica Connettivisti e fantascienza: l'audacia del futuro, ovvero la lettera che ha incorniciato il quinto anniversario del Connettivismo, e LA MATTINATA DEI MAGHI, a cura dei Connettivisti, con il tema Lucio Apuleio - Le Metamorfosi (una splendida analisi di un rivolo di Classicità alla luce dei nostri tempi postmoderni), fanno da cornice a una nuova rubrica che si affaccia sulle pagine di NeXT: POSTARCHITECTURAL RESEARCH, a cura di Peja, che inaugura con il tema Città oltre la Città, ovvero lo studio dell’interazione tra Architettura e Futuro operata da una delle menti più brillanti del Transumanesimo.


articles5_taninext.jpg

Parte integrante e preziosa di questo numero sono le immagini degli artisti ATSUSHI TANI (cui appartiene anche quella che vedete qui a destra, pure inclusa nel numero), JOHN SANTERINEROSS e KEN ICHI MURATA, concesse dalla Mondo Bizarro Gallery di Roma ed esposte nell’ambito della mostra UltraErotica (dal 30/01/2010 al 03/03/2010): un ardito ponte fra le visioni "corporee" dell'arte contemporanea che sa osare (sicuramente oggi più del cinema, ad esempio) e gli scenari post-umani o post-corporei solleticati dalla nostra narrativa fantastica o dalle frontiere della speculazione tecnofilosofica.

Ma NeXt 15 ospita anche opere di Roberta Grubelli e Alessandro Bavari, famoso illustratore che non ha certo bisogno di presentazioni e che esalta ancor di più, con la sua presenza, l’eccezionalità di quest’iterazione di NeXT. A compimento della cui multimedialità sta anche il magazine-trailer "retrofuturista" (ormai irrinunciabile per qualunque uscita letteraria), curato da Nimiel a base di clip Metropolis-Langhiane (lo vedete cliccando sul link).


Ordinate la vostra copia allora: presto le troverete in vendita anche presso la Mondo Bizzarro Gallery (Via Reggio Emilia 32, Roma), altrimenti (come sempre), scrivete a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. e... buona lettura!

 

Posthuman staff

Last modified on Tuesday, 16 November 2010 16:52
Rate this item
(0 votes)
Super User

Lo staff posthuman!

Website: www.posthuman.it
Website Security Test