Print this page

Roberta Guardascione Featured

Written by  16 Oct 2020
Published in Profili
Read 850 times

Nelle terre di mezzo fra Toscana e Campania, il profilo dell'illustratrice di Situation Tragedy, della copertina de I Miei Compagni di Viaggio e di altri viaggi dimensionali con Mario G.

 

È nata nel Mugello degli etruschi ma un nuovo lavoro del padre l'ha riportata a Napoli, dalle parti dei Campi Flegrei, dove la terra bolle e i vulcani non sembrano mai spenti del tutto, paese d’origine dei suoi genitori.

È la terra delle janare e del Munaciello, che hanno acceso la sua passione per il fantastico sempre venato di tenebre horror, che è il suo mondo visivo. Fu infatti proprio una janara ad appoggiare su una mensola di casa il primo libro di Lovecraft, che ha nutrito quella scintilla, insieme a Dylan Dog e Disintegration dei Cure.


Quando fu pronta, la strega la nominò guardiana della necropoli romana che si stende sotto la porta di casa sua, porta fra il regno dei vivi e quello dei morti. “Tu sola lo aprirai, col solo tuo sguardo”, disse l'eterna, porgendole come amuleto una matita.

La futura disegnatrice si sarebbe aspettata qualcosa di più misterioso, come un anello, una gemma arcana, un pugnale antico. Un pomeriggio di noia provò ad usarla su un foglio bianco e scoprì che era tutt’e tre le cose insieme: gettava ponti impensabili verso altre dimensioni, anche verso il futuro.

Nel 2010 fonda il laboratorio artistico Electric Sheep Comics. ESC, in seguito, si trasformerà in una associazione culturale che si occupa di fumetti e di reclutare nuovi talenti, guadagnandosi una promettente posizione all’interno del panorama fumettistico italiano. Con ESC pubblica la graphic novel Blood Washing, seconda uscita di una serie di opere che sono pubblicate dalla casa editrice Il foglio Letterario. Con quest’ultimo Roberta collabora anche all’edizione italiana de Le fiabe cubane di Josè Martì, curato e tradotto da Gordiano Lupi, disegnandone la copertina e le illustrazioni interne; Il nonno è un pirata e il suo sequel Il Guardiano del Tempo di Antonino Genovese. Sempre per Il Foglio si è occupata delle illustrazioni di un’opera dell’argentino Alejandro Torreguitart Riuz, Viaggio nel mondo delle fiabe.


Numerose sono le collaborazioni con magazine on line e cartacei, come Skan magazine e Knife e su questa illustra il fumetto Polvere, scritto da Alessandro Napolitano.
Nel 2012 partecipa al LevanteCon con il fumetto sci-fi Lunaris, scritto a quattro mani da Alessandro Napolitano e Claudio Fallani, aggiudicandosi il Premio Cometa. Nel 2013 collabora con Nero Press Edizioni, illustrando la collana Incastri (che comprende due volumi, Mutazioni, Zombie history Demoni) e I racconti del sangue e dell’acqua di Daniele Picciuti.

Nel 2018 realizza le illustrazioni per il saggio La Fantascienza cinematografica, la seconda età dell’oro di Roberto Azzara, edita da Electric sheep comics.
Per le Edizioni Scudo ha realizzato la copertina e le tavole interne de L’uomo che odiava le nuvole, Caligine Mortale, con cui si aggiudica il secondo posto al premio “Maurizio Carità” come miglior copertina di fantascienza, e Questa isola terra, romanzi fantascientifici di Giovanni Mongini
Inoltre, ha pubblicato le sue opere su Dimensione Cosmica, la storica rivista di letteratura dell’immaginario, e su Andromeda, nota rivista di fantascienza, e sulla Webzine Cose da Altri Mondi.


Dopo lunghi viaggi nello spazio e nella mente, Roberta ha incontrato un mago di penna che vive fra le nebbie del Nord: quando la sua matita incrocia la penna di lui prendono forma nuove visioni: geometrie spigolose e impensabili, edifici incombenti, schermi voraci…

Il Situation Tragedy illustrato è solo il loro primo parto insieme, ma molto altro bolle già nel magico pentolone...

Last modified on Friday, 16 October 2020 16:56
Rate this item
(1 Vote)
Website Security Test