Print this page

Tenet: meccanica della sospensione temporale

Written by  27 Jul 2020
Published in Cinema
Read 1485 times

A causa dell’epidemia tuttora imperversante negli Stati Uniti, il nuovo film di Christopher Nolan subisce uno slittamento temporale… non previsto in sceneggiatura!

Che a Chistopher Nolan piaccia manipolare il tempo è cosa ben nota, pellicole come Inception (2010) e Interstellar (2014) sono state quasi seminari di fisica quantistica, spiegata attraverso il viaggio onirico e quello cosmico, ed ora che eravamo sul punto di poter assistere alla sua ultima lezione di meccanica quantistica e delle sue applicazioni nel flusso del tempo, è proprio quest'ultimo elemento a renderne impossibile la partecipazione.

 

Da mesi tutti gli appassionati di fantascienza, e non solo, sono in grande trepidazione per l'uscita del suo ultimo film, Tenet thriller sci fi che vede nel cast John David Washington, Robert Pattinson, Elizabeth Debicki e Kenneth Branagh, in cui ancora una volta il tempo sarà protagonista tirannico, trasformato in una potente arma ben più pericolosa della minaccia nucleare della guerra fredda, descrivendo un revival della crisi politica tra USA e URSS degli anni Ottanta, come si evince dall'enigmatico trailer.

 

Questa grande aspettativa si è trasformata in delusione quando, qualche giorno fa, il presidente della Warner bros Toby Emmerich ha dichiarato che non ci sarà la premiére del film il 12 agosto come era stato annunciato, e ha lasciato intendere che ancora non è stata stabilita una nuova data, poiché gli Stati Uniti sono ancora nel pieno della pandemia da Covid, causa della paralisi di tutta l'economia mondiale, da cui non si salva, purtroppo, neanche la Fabbrica dei Sogni.

La percezione è quella di vivere in un globale film di fantascienza, in cui tutto pare essersi fermato in una stasi ai confini della realtà, provocando un paradossale effetto domino che ha fatto entrare anche Tenet in un meccanismo di sospensione temporale, quasi fosse un elemento della sua stessa trama.

Si spera ancora nella data di uscita italiana, prevista per il prossimo 26 agosto, ma le cancellazioni di eventi di questa portata sono ormai all'ordine del giorno, speriamo che non ci toccherà arrovellarci sull'enigma del quadrato di Sator, a cui il titolo del film di Nolan fa riferimento, per averne una data sicura.

 

Roberta G. Guardascione

Posthuman dà il benvenuto a Roberta, che con questa news inaugura la sua collaborazione al sito.

Disegnatrice premiata dalla World SF col secondo Premio Carità 2020, è ora impegnata con Mario G nel Situation Tragedy illustrato, oltre ad aver firmato le immagini promozionali di Brain One e di LiquidSky Agency. È suo anche il disegno “liquid-cinematic” che vedete qui affianco, ispirato al film di Nolan che attendiamo di scoprire.

Last modified on Monday, 27 July 2020 01:38
Rate this item
(1 Vote)
Super User

Lo staff posthuman!

Website: www.posthuman.it
Website Security Test